Poesia

Tag

morte22

LA MIA CITTA’

Il viaggio dell’avvoltoio
finisce
nell’aeroporto
della mia città.
Dove
lo sguardo dei
topi necrofagi
si posa avido
sulla sfilata degli scheletri.
Dove
la barca di Caronte
giunge
ogni mattina
per raccattare gli avanzi
del viale delle vetrine.
Dove
mani lacerate
offrono lembi di carne
ai morsi
del becco adunco.
Dove
le tendopoli sovrapposte
sullo stagno
delle crisalidi umane
formano
grappoli di vita spontanea
e il tempo è scandito
dal battito d’ali
dei pipistrelli diurni.
Dove
il mondo delle circonlocuzioni
è immerso
nello spazio aperto
dei viaggi provvisori
e un grido muto
crea necropoli
in un mondo anfibio
di saliva.
In vaghe sembianze
catarifrangenti
tornano le luci uccise
dai lacci di illusione
mentre
i giorni e gli anni
vittime
di un immenso gioco di bocce
sono in fila
a vivere in distanza.
Il ghepardo
ha perso una zampa
per avere
una coda in più.
Il cerchio centrale
non è perfetto
se i cerchi esterni
sono irti di punte
volte all’interno.
Quando
il fuoco della lente
è puntato su
meandri di incoscienza
anche l’urlo dei muti
può
essere logico.
Il girotondo
è impenetrabile.
Il filo del discorso
resta sospeso.
E’ ormai sera.
L’avvoltoio
riprende il suo viaggio.

Sensazioni

Tag

roberto_rizzo

Mi dici di amarmi e che inizi a non poterne fare a meno e mi menti. Oggi esternarmelo ti turba un poco. Domani ti turberà il pensiero che a farne a meno possa essere io.

Concatenazione

Tag

sogno46

Se almeno ci venisse concesso il tempo per poterci dedicare a ciò che di costruttivo potremmo realizzare.
Ed invece siamo costretti a perderci in bizantinismi astrusi, in litigi privi del più elementare senso logico, cercando di respingere o neutralizzare attacchi di vario tipo e natura,  derivati da limiti assurdi, invidie meschine, preconcetti cristallizzati e presuntuosamente precostituiti.

Sensazioni

Tag

roberto_rizzo

Ti ho amata, ti amo, ti amerò per sempre come non ho amato mai.
Non ho amato mai come ti ho amato, ti amo e ti amerò per sempre.
Mai più ci ameremo, come da sempre non ci siamo amati ma soprattutto come da sempre ci illudevamo che ciò fosse vero.

Introspezione

Tag

italia in gabbia

Spesso i limiti si reputano assurdi. Ma è assurdo reputarli tali. I limiti sono limiti e basta.
Come può essere infatti assurdo un limite, se tutto ciò che mi circonda è un limite, se la vita stessa è un limite. Se anche il rammaricarmi di questi limiti è un mio limite?

Pensiero

Tag

roberto_rizzo

Ti giuro che se mi darai la serenità, la gioia e la certezza di poter vivere felice, ti amerò.
Ti giuro che se ti darò la serenità, la gioia e la certezza di poter vivere felice non mi amerai.

Pensiero

Tag

Gli estimatori di Van Gogh, nei dipinti ch’egli ci ha lasciato, vedono la proiezione di ciò che il suo genio, esaltato ma al contempo limitato dalla pazzia avrebbe potuto realizzare mentre altri ne vedono l’apice privato della propria progressiva evoluzione che la sua pazzia avrebbe omesso di concretizzare. Io credo invece che genio e follia in lui fossero inscindibili e si alimentassero vicendevolmente.

Poesia

Tag

battaglia

ALIENAZIONE

Mille elmi piumati
senza futuro
con lo sguardo inchiodato
verso
urti di lance
e di scudi.
Un attimo
e poi affogare
in uno sguardo
di palude
stringendo
partenze di eroi sbiaditi
verso manicomi
senza sbarre.

Sensazioni

Tag

roberto_rizzo

La bambolina piangeva. Provava delle sensazioni strane, sensazioni ignorate di solitudine e di desolazione e non riusciva a capire cosa le stesse succedendo perché nessuno le aveva mai detto che anche una bambola poteva essere triste.

Sensazioni

Tag

Non ho la certezza che tu mi ami ma è indubbio che in ogni tuo gesto traspare continuamente la conferma che ti è vitale la mia presenza.