Pensiero

Il mio regno per un bacio. Non ho regni da dare ma il bacio lo vorrei ugualmente.

Pensiero

La felicità ad un passo; l’impossibilità di afferrarla: il passo.

Riflessioni

Il sei luglio del 2012,  si è avuta la conferma che il Bosone di Higgs esiste.
Per molti è la conferma dell’esistenza di Dio e per altri la conferma del contrario.Tuttavia, per l’ennesima volta è confermata l’esistenza della strumentalizzazione di tutto, comprese le scoperte scientifiche. Ciò allo scopo di  avvalorare le proprie tesi o le proprie opinioni ma, sempre e comunque,  per i propri interessi.

Poesia

                                                                   FORSE                                             

Nel lungo viaggio

con la falena notturna

allontanarsi dalla luce

è

giungere nella grotta del tempo

dove un solo asteroide

senza forma sferica

mi ha bruciato le mani.

A Giano

ch’è rimasto acefalo e

che nel buio cercava

le sue teste perdute

ho dato un pensiero

e se n’è andato ridendo.

E questo è bastato

perché ritornassi

nel mio piccolo angolo

dove

in uno scaffale smagrito,

polveri di antiche speranze

coprono cataste di libri.

Ma la polvere è polvere

anche se colta

e l’onda lontana

si trasmette in impercettibili

sfolgorii di luce

che pochi raccolgono

come lucciole lontane

da ibernare per dopo.

Forse.

Aforisma

Schiavo è colui che sceglie il proprio re.

Aforisma

Re è colui che sceglie la propria schiavitù.

Spazio e tempo 

L’universo in un sogno. Inizio e fine in attimi di illusione; non è così anche al risveglio?

Sensazioni

Attendo il domani con la trepidazione di un bimbo ancora incerto se nascere o no.

Riflessioni

E’ indubbio che nella società in cui viviamo sia facile essere indotti a pensare che la nostra provvisorietà dovrebbe concederci di vivere nella più completa immoralità. Credo sia però  pressochè consequenziale che, quasi nel medesimo istante, subentri la consapevolezza che, sempre la nostra provvisorietà già priva di senso, senza morale perderebbe anche l’illusorietà di un valore che in realtà non ha ma che ci permette comunque di sopravvivere.

Riflessioni

Comunemente si ritiene che la facoltà di sognare non debba essere annoverata tra le prerogative coscienti del nostro intelletto. Anche il sogno più elaborato viene considerato appartenente ad un settore a se stante, indipendente dalla nostra intelligenza, quasi non competesse la sfera della riflessione. E questo perchè spesso ciò che sogniamo ci appare senza senso logico o perlomeno senza alcun nesso cronologico. E’ mia opinione invece che ogni manifestazione onirica appartenga all’apice della nostra possibilità di pensiero e faccia corpo unico con l’intelligenza rilevabile durante lo stato di veglia. E’ questa una delle poche convinzioni che reputo certamente incontestabili e ciò perchè, a parte la considerazione di Freud, è frutto di un dialogo che feci a me stesso in sogno.