Tag

0e8f4-lupo3

ARIDITA’

Il giorno del lupo

le rane

lanciano l’ultimo urlo

e

da mille uteri sventrati

escono

i ragni della notte.

In cerca d’aiuto

vagano soli

mentre nel cielo

gli ultimi sogni

si solidificano

per crollare al suolo.

Dalla finestra socchiusa

entra tanta nebbia.

Polvere di formiche

negli occhi.

Il galoppo

del cavaliere del tempo

non ha più senso

ed anche i

pensieri

più sofisticati

non danno più cibo.

Bulloni d’acciaio sul petto

punte di freccia

spezzate

dalla forza del ferro.

Una morte precoce.

Nell’ombra del bosco

fanciulle infelici

celano agguati

di nostalgie romantiche.

E i topi

nugoli di topi infetti

escono dall’asfalto

per strisciare sui piedi.

Ci spostiamo.