VUOTO                                             

Corre corre corre

lo sguardo.

La ringhiera è caduta.

L’equilibrio

cade

precipita.

Il vuoto

si percorre

a velocità istantanea.

Aiuto!

La solidità non giunge

precipita

supera le siepi

varca le montagne

fende le dune.

Poi l’abisso.

Tutto

rotea.

Aprite!

La chiave

la torre

la voce

il buio.

Tagliate il ventre

voglio uscire!

Il suolo non giunge

mai.

La ringhiera.

La ringhiera

è caduta

io no.

Precipito ancora.