Tolstoj si chiedeva come fosse possibile che tutta la bellezza dalla quale è circondato ognuno di noi nascesse proprio dal niente.
Ponendosi questa domanda egli forse non aveva preso nella giusta considerazione il fatto che tutti i nostri sensi si sono formati e sviluppati attraverso e in funzione di ciò che ci circonda ed è proprio per loro tramite che diamo una misura a ciò che consideriamo bello e che pertanto forse bello non è affatto.